Morte Kobe Bryant: account Instagram del campione sale di 3 milioni di fan

Nell’analisi dei dati effettuato da Identità Digitale subito dopo la morte di Kobe Bryant, che ha perso la vita a seguito dello schianto del suo elicottero (con lui sono decedute 9 persone tra cui la figlia Gianna) emerge tutto il cordoglio della rete. Il social listening – spiega Helene Pacitto – ha evidenziato come nelle 24 ore tra il 26 ed il 27 Gennaio “Kobe Bryant” sia stato menzionato in rete circa 25 milioni di volte. Tra gli autori più influenti, vi è sicuramente un tweet di cordoglio di Barack Obama. Secondo i big data analizzati da Identità digitale, ben 6,2 milioni di persone, pari al 50,2%, che hanno parlato della tragedia di Kobe Bryant, rientrano nella fascia di età 25/34 anni. Il 63% è di sesso maschile. 20 milioni di menzioni sono state scritte in inglese.

Il 66% delle menzioni parte dagli Stati Uniti, pari a circa 18 milioni. In Italia – cui l’atleta era molto legato – vi sono circa 200 mila citazioni.
“Quello che sorprende maggiormente nell’analisi dei dati è l’incremento di quasi 3 milioni di followers dell’account di Kobe Bryant su Instagram, come ci mostrano i dati di Ninjalitics, a seguito della morte del giocatore di Basket. Si tratta di un flusso mai registratosi in precedenza e che dimostra la grande commozione in rete”, spiega Helene Pacitto.